nutrizione-clinica

Negli ultimi anni sono emerse chiare evidenze scientifiche non solo riguardo agli effetti dannosi dell’alimentazione moderna (sempre più ipercalorica ma povera di nutrienti), ma anche sulle potenzialità preventive e persino curative dei cibi naturali. Da tali innovazioni scientifiche nasce la nutrigenomica, che è la scienza che studia gli effetti del cibo sull’espressione genica, soprattutto in funzione delle malattie più conosciute. Sappiamo con certezza che numerosi geni si attivano o si disattivano in funzione della quantità, ma soprattutto della tipologia del cibo ingerito. La storia ci ha dimostrato come sia perdente il classico approccio delle diete ipocaloriche (basate unicamente sulla restrizione alimentare). Attraverso una completa personalizzazione della medicina, della nutrizione, dell’integrazione alimentare e dell’attività fisica (ricorrendo ove sia necessario anche ai test di nutrigenetica), offriamo la possibilità di prevenire e curare le più diffuse patologie della nostra “società del benessere”:

  • Obesità e sovrappeso
  • Dislipidemie (ipercolesterolemia e ipertrigliceridemia)
  • Diabete ed intolleranza glucidica
  • Malattia celiaca e “Gluten Sensitivity”
  • Intolleranze alimentari
  • Cellulite ed adiposità localizzate
  • Osteoporosi
  • Gotta ed iperuricemia
  • Disturbi del comportamento alimentare

La nutrizione si è anche dimostrata un supporto indispensabile in campo oncologico per prevenire le patologie tumorali, e coadiuvare i trattamenti tradizionali nel caso di patologie oncologiche già diagnosticate.

Applicando le più moderne ricerche nel campo della medicina e della nutrizione “anti-aging”, con l’associazione della prescrizione e personalizzazione dell’attività fisica, realizziamo un percorso in grado di rallentare quel processo di decadimento fisico e cognitivo chiamato “invecchiamento”.