Check-up osteoporosi

L’osteoporosi è una patologia sistemica che, agendo in modo silente, causa la riduzione del contenuto minerale delle ossa e il deterioramento della microstruttura che le caratterizza, manifestandosi con la frattura da fragilità. Regolari controlli di check-up sono importantissimi nella diagnosi precoce e nel monitoraggio dell’osteoporosi.

Secondo l’OMS, la DEXA è attualmente l’esame più affidabile per la diagnosi dell’osteoporosi e un importante “predittore” del rischio di frattura. Non invasiva, rapida e indolore come una normale radiografia, la densitometria a bassissima dose radiante permette la misurazione diretta della densità minerale ossea in g/cm2, o BMD (Bone Mineral Density) e può essere eseguita su tutto il corpo o su singoli distretti.

Quando effettuare il check-up osteoporosi

Gli specialisti consigliano di effettuare questo genere di controlli specifici a: donne in post-menopausa, anziani e soggetti di qualsiasi età affetti da malattie croniche o in terapia farmacologica a lungo termine come:

  • Ipertiroidismo;
  • Diabete;
  • Psoriasi;
  • Malattie infiammatorie croniche;
  • Bassa densità ossea;
  • Carenza di vitamina D e calcio.

Maggiore attenzione nella frequenza a questo genere di controllo va consigliata inoltre a chi ha famigliarità con la patologia.

Cosa comprende il check-up

  • Anamnesi clinica;
  • Esami di laboratorio;
  • Analisi della matrice ossea;
  • Analisi della composizione corporea.